Ski Center Latemar

Parco d’Arte RespirArt Pampeago

info

www.respirart.com

RespirArt è uno dei più alti parchi d’arte al mondo. Si snoda fra le quote 2.000 e 2.200 a Pampeago, in Val di Fiemme, fra le Dolomiti del Trentino.

SABATO 27.07.2019 RESPIRART DAY

Nato da un progetto della giornalista e curatrice d’arte Beatrice Calamari e dell’artista Marco Nones (premio Expo 2015 Fondazione Triulza e Arte in Cascina), accompagna alla scoperta di installazioni artistiche lungo un percorso ad anello di tre chilometri. Le opere, create da artisti di fama internazionale, dialogano con le guglie dolomitiche del Latemar, dichiarate dall’Unesco Patrimonio Naturale dell’Umanità.

Le installazioni d’arte contemporanea sono realizzate con materiali naturali come il legno e la pietra. Alcune di queste sono visibili anche d’inverno dalla pista da sci Agnello dello Ski Center Latemar.

LA FILOSOFIA: Il gesto creativo di “lasciare andare” opere d’arte nella natura invita ad affidarsi ai mutamenti e, quindi, alla vita stessa che è continua trasformazione. Gli agenti atmosferici non rovinano le opere, tutt’altro, essi le completano, plasmandole e mutandone i colori. RespirArt invita a RILASSARSI NELLA CONTINUA MUTEVOLEZZA della natura. Le sue opere permettono di riscoprire il senso di meraviglia, cogliendo il NUOVO come un’opportunità irripetibile.

meeting artistico per il 10° anno di Dolomiti Unesco

Sabato 27 luglio, il Parco d’Arte RespirArt di Pampeago invita a passeggiare fra le nuove opere d’arte ambientale ispirate al gruppo dolomitico Latemar in compagnia degli artisti e dalla giornalista Maria Concetta Mattei, ripercorrendo i dieci anni del riconoscimento delle Dolomiti come Patrimonio Naturale dell’Umanità.

Amano la natura tanto da cercare di eguagliarne la bellezza. Amano la natura tanto da intrecciare dialoghi artistici con lei. Amano la natura così intensamente da lasciare che sia lei a decidere la durata di ciò che stanno creando. Sono gli artisti che ogni estate sono invitati a creare opere nel Parco d’arte Respirart di Pampeago, in Val di Fiemme, fra le Dolomiti del Trentino. L’11a Manifestazione d’arte ambientale Respirart vedrà all’opera la nota artista svedese Hannah Streefkerk che, utilizzando un mestiere tradizionale come il ricamo, riproduce licheni su alberi e rocce imitandone le sfumature alla perfezione. Esplorando la fragilità della natura Hannah ricuce insieme la corteccia di alberi spinosi, ripara buchi nelle foglie e crea gusci protettivi per le pietre, affidando le sue creazioni all’erosione del tempo e dei processi naturali. Sabato 27 luglio, alle 9.30, la festa itinerante nel parco più alto del mondo rivelerà anche le installazioni create dal gruppo di artisti trentini TerraE e dagli studenti delle accademie d’arte di Cracovia e di Venezia. Il RespirArt Day 2019 ripercorrerà i dieci anni del riconoscimento che hanno portato le Dolomiti a far parte del Patrimonio Naturale dell’Umanità Unesco. Per l’occasione si aprirà un focus sul Gruppo del Latemar che si affaccia sul parco artistico.A prendere per mano gli artisti, ospiti e i visitatori sarà la madrina del parco d’arte Maria Concetta Mattei, giornalista, nota conduttrice del Tg2, appassionata d’arte e della natura della Val di Fiemme.

Con lei scopriremo che le opere di RespirArt sono affidate alla natura. Sarà il sole, il vento, la pioggia e la neve a mutarne i colori e i contorni. Qualche opera tornerà in breve tempo alla terra, qualcuna resisterà alle intemperie d’alta quota per diversi anni.

Per i visitatori sarà l’occasione di godersi le emozioni che scatenano nell’uomo gli elementi naturali. E di meditare sul possesso, sul desiderio di permanenza, sull’istinto umano di opporsi ai cambiamenti.

L’ESCURSIONE ARTISTICA

Il Parco d'Arte RespirArt, curato da Marco Nones e Beatrice Calamari, è frequentato da artisti provenienti da ogni parte del mondo. Anche il performer giapponese Hidetoshi Nagasawa, scomparso nel 2018, ha creato qui una sua installazione, utilizzando le pietre del luogo. Ogni estate si alternano nel parco anche artisti trentini e studenti accademici.

Il Parco si estende fra le quote 2000 e 2200. Si raggiunge salendo a piedi in 30 minuti, seguendo il sentiero che parte dal parcheggio della seggiovia Tresca di Pampeago (Val di Fiemme - Trentino) o, più comodamente, con la Seggiovia Agnello. Il percorso ad anello di 3 km permette di godersi queste opere, con calma, grandi respiri e a passi lenti. Nel parco sono presenti due rifugi. A 2000 m. slm. c’è lo Chalet Baita Caserina (recentemente rinnovato anche con l’installazione di un idromassaggio sulla terrazza), mentre a quota 2.200 c’è il Rifugio Monte Agnello con una vista spettacolare sulle Dolomiti.

PRENOTAZIONI: L’escursione del RespirArt Day è libera e gratuita, basta prenotarsi al numero 335 1001938 oppure scrivendo a respirartgallery@gmail.com

INFO: www.respirart.com - www.latemar.it - www.visitfiemme.it; tel. 0462 813265

Impianti aperti