respirart-pampeago-ski center latemar-trentino alto adige

RespirArt White Gallery

Nello Ski Center Latemar, in Val di Fiemme, la pista da sci alpino Agnello attraversa uno dei parchi d’arte più alti del mondo: RespirArt

Nello Ski Center Latemar, la pista Agnello di Pampeago e la sua variante invitano a un divertente ski-safari fotografico fra 16 opere d’arte visibili anche dalla seggiovia Agnello (altre 11 si possono ammirare solo d’estate). Si scia così fra opere d’arte che “incorniciano” il gruppo dolomitico del Latemar.

INFO

RespirArt
Tel. 0462/813265
sito web: www.respirart.com

Lungo l’Agnello si scia fra gesti d’arte affacciati sul gruppo dolomitico del Latemar. A bordo pista si incontrano un cavallo mitologico, una stella, una cornice, un grande occhio, un guardiano delle Dolomiti, un moschettone di granito, un gruppo di sedie sospese, un teatro, due sedute di design che canalizzano l’energia dolomitica e una grande testa che incornicia il Latemar. L’installazione più recente, nata nell’estate 2019, è un’opera dedicata alla rinascita delle foreste. Il gruppo di artisti trentini Terrae ha voluto simboleggiare due forze della natura, quella distruttiva e quella di rinascita. L’opera, intitolata “29 ottobre 2018”, evoca la tempesta Vaia che ha abbattuto diverse macchie di bosco nel Triveneto e anche in Val di Fiemme. Gli artisti hanno ricreato gli effetti del vento, assemblando i legni spezzati raccolti nelle vicinanze. L’opera si trova davanti al cavallo mitologico Sleipnir 47 dell’artista italo-svedese Duilio Forte, un po’ prima dello Chalet Caserina.
RespirArt è uno dei più alti parchi d’arte al mondo. Si snoda fra le quote 2.000 e 2.200 a Pampeago. Dal 2011 le sue installazioni artistiche dialogano con le cime dolomitiche del Latemar, un territorio di incomparabile bellezza Patrimonio Mondiale dell’Umanità.
Ogni anno, nuove installazioni vengono ad aggiungersi durante la Manifestazione internazionale d’arte ambientale RespirArt, mentre quelle più vecchie si lasciano modellare dagli agenti atmosferici oppure vengono travolte dalle abbondanti nevicate.
Il gesto di “lasciare andare” opere d’arte nella natura invita ad affidarsi ai mutamenti e, quindi, alla vita stessa che è continua trasformazione. Gli agenti atmosferici non rovinano le opere, tutt’altro, essi le completano, plasmandole e mutandone i colori. RespirArt invita a rilassarsi nella continua mutevolezza della natura. Le sue opere permettono di riscoprire il senso di meraviglia, cogliendo il “nuovo” come un’opportunità irripetibile.
Fra gli artisti di fama internazionale che hanno creato un’opera al cospetto del Latemar, anche Hidetoshi Nagasawa.
INFO: www.visitfiemme.it – www.respirart.com

Info sul percorso

Lunghezza

1,4 Km

Durata

45 minuti circa

Difficoltà

45 minuti circa